domenica 13 aprile 2014

LA CHIAVE DELLA CONOSCENZA

VOI CHE COME ME SIETE QUI IN QUESTO PIANO DI ESISTENZA AFFLITTI  DA SOFFERENZE VARIE E DOLORI  DELL'ANIMA,  STANCHI DI VIVERE NEL BUIO E NELLA  CECITA' PIU' ASSOLUTA DELLA MENTE ! -ECCOVI DUNQUE UN REGALO DI ESTREMO VALORE ; ECCOVI LA CHIAVE CHE APRE LA CELLA DELLA COSCIENZA, IL DONO CHE CI FORNISCE ISABELLA DI SORAGNA E' IMMENSO ,RINGRAZIATE  DIO CHE CE LO HA MESSO A DISPOSIZIONE,  Karonte

                                                                            


    1. Pensiero, memoria, spazio-tempo…miraggi?
      2013
    2. L’Assoluto non sa di esistere
      2013
    3. Non esiste nè qualcosa nè nulla
      2013
    4. Massimo Corbucci "brani scelti" di C.
      2012
    5. Il salto nell'infinito
      2012
    6. Stephen Jourdain La Vita ed il pensiero.
      2012
    7. Io = non sono
      2012
    8. Lettera ad un giovane viaggiatore: il mondo reale cos’è?
      2011
    9. Brani della biografia di Maruthi Kampli
      2011
    10. Il dilemma autorealizzazione immediata e progresso spirituale
      2011
    11. Vito Carella fantasma da vivo e da morto, eroe dell’inesistenza
      2011
    12. Robert Adams
      2010
    13. Chi sono, che cosa sono realmente?
      2009
    14. L’ultimo libro sulla spiritualità
      2009
    15. Il paradiso terrestre ed il peccato originale
      2006
    16. Advaita e terapie alternative
      2006
    17. Specchio o realtà Esistono gli “Illuminati” o siamo noi a crearli?
      2005
    18. Advaita e illuminazione: realtà o moda new age?
      2005
    19. Le nuvole del pensiero
      2005
    20. Non-dualità nuova religione o autentica realizzazione?
      2005
    21. Come Sai che Esisti ?
      2001
    22. Fred Alan Wolf maggio, 1996
      1996
    23. Gli interstizi di Jorge Luis Borges
      1991

  • pubblicati su riflessioni.it
    1. HO’OPONOPONO autentico Il processo di guarigione hawaiano
      2011
    2. Medicina olistica
      2005
    3. Astrologia transpersonale
      2005
    4. Non sapere di essere è la mia vera carta d’identità
      2005
    5. Creare la propria realtà: Quale realtà? E chi la crea?
      2005
    6. La vita è solo un'ombra che cammina…
      2005
    7. Consapevolezza
      2001
    8. Il castello di carte è crollato: ho ritirato la carta dell’ io.
      2001

    1. Illusione o Realtà INCONTRI CON SHRI RANJIT MAHARAJ SULLO STATO SENZA STATO
      2012
    2. Il Libro del Risveglio di Isabella di Soragna
      2005
    3. Io sono il non-nato traduzione di Isabella di Soragna
      2005
    4. Il miraggio dell’illuminazione e altri errori concettuali di Karl Renz
      2005

    1. Mayavada sutra
      2013
    2. Robert Adams traduzione di estratti da conversazioni del 1990
      2013
    3. TEMPO/ETERNITÀ - SPAZIO/INFINITO
      2013
    4. Advaita tradizionale contrapposto al neo-Advaita di Dennis White
      2012
    5. Siddharameshwar Maharaj
      2011
    6. Dagli appunti di Mark West dialoghi di Nisargadatta Maharaj
      2011
    7. Illuminazione, prima, durante e dopo un articolo di Rani
      2011
    8. Liberazione di David Carse
      2006
    9. Ipnosi e meditazione di Bernard Klein
      2006
    10. Quello che chiami silenzio non è silenzio da the-covenant.net
      2006
    11. Angelus Silesius
      2006
    12. Non-dualità
      2005
    13. Similitudini di vedute tra fisici e mistici di Alan Watts, Stephen Jourdain e Michael Talbot
      2005
    14. Chi pensa? di Stephen Leighton
      2005
    15. Sbloccare una disfunzione nella coscienza. di John Wren-Lewis
      2005
    16. La persona è il passato dialogo con Alexander Smit
      2005
    17. Bob Adamson ‘il marinaio’ australiano di James Braha
      2005
    18. Conversazione con Fred Alan Wolf di Guy Spiro
      2001
    19. Chi è cosciente di …? Tutto cambia ? da the-covenant.net
      2001
    20. Il Libro del Nulla
      2001

    1. Éclairs de Présence Poesie di Isabella di Soragna
      2006
    2. Journal d’une naissance Arcam Editions 1998
      2006
    3. Y-a-t-il une médecine ? Textes de Isabella di Soragna
      2006

    1. La ruota magica Favole per adulti
      2009
    2. La tragicommedia del figlio di una donna sterile
      2006
    3. I non guru del non culto del non metodo
      2005
    4. Il libro del risveglio detti intuizioni poemi che indicano la vera sorgente della vita
      2004

    1. Perle di saggezza di Nisargadatta Maharaj traduzione del video di Isabella di Soragna.
      2013
    2. Perle di saggezza di Nisargadatta Maharaj il video sottotitolato
      2013
    3. TATVAMASI il video sottotitolato
      2013
    4. TATVAMASI traduzione del video di Isabella di Soragna.
      2013
    5. video di Stephen Jourdain traduzione di Isabella di Soragna
      2012
    6. Attimi di grazia (o momenti di riconoscenza) traduzione del video Stephen Jourdain di Isabella di Soragna
      2012
    7. Sufi di bruno vergani
      2011
    8. Entronauta, parte I di bruno vergani
      2011
    9. Entronauta, parte II di bruno vergani
      2011
    10. Video di Sri Nisargadatta Maharaj traduzione di Isabella di Soragna
      2011
    11. Video di Sri Nisargadatta Maharaj i video sottotitolati
      2011

    TATVAMASI

    video di Stephen Jourdain

    https://www.youtube.com/watch?v=KNsykMNO6WIhttps://www.youtube.com/watch?v=O4VTHvPpLRk

    https://www.youtube.com/watch?v=3lsD_iu1D9I

    https://www.youtube.com/watch?v=osRaL-0IypM



    traduzione di Isabella di Soragna

    Attimi di grazia (o momenti di riconoscenza)


    traduzione del video Stephen Jourdain di Isabella di Soragna




    Acqua di un ruscello che scorre...
    Stephen Jourdain: Vuoi sapere che riflessioni mi ispira tutto ciò? Te lo dirò. La prima riflessione è che l'acqua non dice mai fesserie. La seconda è che chiunque si trovi più o meno in buona salute, non può avere altra ambizione nella vita che quella di guardare scorrere l'acqua: l'Ultima Meta, l'Illuminazione, Dio, appaiono a paragone dell'acqua come qualcosa di essenzialmente frivolo e poco interessante.
    Stephen Jourdain e Gilles Farcet
    in un film di Malo Aguettant.
    Stephen Jourdain: Da qualche anno - non voglio impiegare il termine di insegnamento che è un termine avvilito, pretenzioso e insopportabile - l'idea di trasmettere qualcosa, comincia a farsi strada in me. La mia passione, direi quasi il mio mestiere è quello di testimoniare con il linguaggio umano più semplice, questa realtà; il che è terribilmente difficile, perché in fondo a noi c'è un'evidenza così trasparente a se stessa che rappresenta tutti i valori che potranno sbocciare nel mondo, parlo qui della radice di tutti i valori e chiunque ha questa cosa in sé, è in certo qual modo, il guardiano della radice di tutti i valori che potranno manifestarsi nel mondo. È qualcosa di infinitamente prezioso, non esistono parole per spiegare quant'è preziosa. Quindi è la mia passione, quella di testimoniare questa radice, con dei termini che non siano vaghi o generali.
    Acqua che scorre....
    Questo cammino esiste, ma è lungo e difficile come per raggiungere la cima di quella montagna. Non c'è una ricetta-miracolo. Se ci fossero delle ricette-miracolo, esse avrebbero per noi sensibilità ed intelligenza, ma non si può pretendere che siano delle cose facili.
    La mia infanzia è stata costellata da ciò che più tardi ho chiamato ''istanti privilegiati'' o estasi, che ho vissuto come fatti completamente naturali. Ero bambino e cosa potevo farne di queste estasi da bambino? Ci giocavo. Non vedevo alcuna differenza di superiorità tra il fatto di giocare alle...estasi o quello di giocare a guardie e ladri. Era la stessa essenza. Più tardi, molto più tardi, a 30 o 35 anni, ho scoperto che non ero universale, mentre ero persuaso che tutti erano come me ed era per discrezione che le persone non ne parlavano. Ho scoperto che stranamente ciò mi rendeva diverso. Questo fatto mi ha stupito e preoccupato.
    Gilles Farcet: L'hai raccontato più volte: è a 16 anni che ti è successo un fatto, un avvenimento o un non-avvenimento radicale.
    S.J.:Sì, fu proprio così. Era un momento della mia vita in cui culminava questa adesione a me stesso ed alla mia umanità. Ero straordinariamente felice, avevo per me un grande amore che mi permetteva di amare i miei genitori, - non tanto i miei simili, che per me è un'astrazione, amo invece delle persone concrete - e ciò mi permetteva di amare la vita. Ero in posizione di non-rifiuto, d’amore per la vita e d’adesione a me stesso.
    In un litigio, in un gioioso alterco con il "Cogito ergo sum" di Cartesio che mi aveva permesso di raggiungere una concentrazione assai profonda, in fondo a questa concentrazione che non era fatta in modo negativo, ma era invece qualcosa d’appassionato, che mi faceva scoprire a passo a passo il mio nutrimento, dopo ore interminabili di meditazione su questo...
    G.F.:...''Penso dunque sono'' ..è un po' ciò che chiamano un "koan", (nel buddismo zen) vero?
    S.J.: Ho saputo più tardi che questo era assimilabile ad un koan. Dunque rimuginavo nella mia testa:"Penso dunque sono". Questa piccola frase misteriosa sembrava possedere un segreto che toccava la mia identità più profonda. Ma di nuovo, facevo questo con passione, divertendomi moltissimo, cosa che mi ha permesso certamente di andare al di là del limite ragionevole, in questo sforzo di non badare alla ragione e buon senso e continuare invece questa ricerca appassionata - allorché era evidente che non avevo nessuna speranza di arrivarvi, dato che ero morto di stanchezza e che avevo l'impressione di trascinarmi intellettualmente su ginocchia sanguinanti - finché ...forse dopo una, due ore...non so dopo quanto tempo, si è prodotto un avvenimento miracoloso che ha sconvolto la mia esistenza in una frazione di secondo. Un nuovo io, un principio nuovo si è rivelato alla velocità di un lampo e da allora questo principio è là e non è mai svanito. Una rivoluzione inimmaginabile. Non bisogna credere che questa rivoluzione abbia discreditato la vita ordinaria o la più semplice umanità. Al contrario, questa rivelazione straordinaria è avvenuta ''raso terra '' alle cose e ai sentimenti umani. Non è una stella che si drappeggia nella sua dignità d'astro e che disprezzi le povere cose terrestri. È al contrario la cosa terrestre che si sposa con se stessa, e da queste nozze con se stessa nasce qualcosa che merita il nome di Dio, se qualcosa potesse meritarlo.
    Se mi avessero parlato di misticismo, prima di allora, sarei svenuto dalla paura. Ancor oggi questo nome ha per me una connotazione negativa. La mia famiglia lo considerava come pensiero di bassa lega, una profonda dimissione da ogni forma d’intelligenza. Invece questo era in realtà l'apogeo dell'intelligenza e della sensibilità e non il contrario. È una discriminazione suprema, ma che non genera - salvo che sia falsa o corrotta da qualcuno - nessuna forma di sdegno verso la vita umana. Anzi è la vita umana nella sua semplicità e concretezza che entra in collisione con se stessi. Non è solo lo spirito che entra in collisione con se stesso, ma è il tizio tutt' intero, compreso ''l'io '' che con un termine un po' peggiorativo si chiama ''empirico'' - ...dunque l'io empirico è lì e l'uomo sprofonda come un telescopio, interamente in se stesso; da questa collisione nasce la scintilla ed è ciò di cui parlo e che sono. Questo è il culmine, la brusca nascita dell'uomo e non il contrario.
    Steve guida la macchina.
    Cavalli che pascolano in un prato, uccelli che cantano...
    Siamo seduti qui in un paese, no...sull'erba, in un luogo che non ha nome, che non ne ha mai avuto e non ne avrà mai, perché è anteriore alla geografia. Non c'è geografia. Non sono poi così sicuro che le nozioni d’universo non siano un'invenzione. Tutto questo mi fa pensare molto all'Eden...
    Stephen passa l'aspirapolvere.
    G.F.: Steve, ''risvegliato'' a 16 anni, hai raggiunto l'Ultima Meta ad un'età precoce. Hai continuato a giocare a biliardo, a golf, a far la corte alle ragazze. Poi ti sei sposato, hai avuto 4 figli e hai oggi 4 nipotini. Hai esercitato una professione durante la più gran parte della tua vita, come agente immobiliare a Montparnasse, a Parigi. Che rapporto hai con la tua vita, con la tua propria storia, con la tua biografia?
    S.J.: Degli ottimi rapporti. Erano già fraterni, ottimi durante la mia infanzia, prima che questo fatto mi piombasse addosso, ma sono ancora migliorati, più intimi e felici da quando questa ''cosa'' mi è piombata addosso. Questa ''cosa'' - contrariamente a quanto si pensi - non provoca un ''taglio'' nella vita quotidiana, nell'umile vita terrena, ma al contrario le dà una posizione solida.
    G.F.: Hai fatto una volta il paragone del romanzo e del lettore. Vedevi la tua vita come un romanzo di cui eri il lettore.
    S.J.: Proprio così. Lo zampillare di questo risveglio, di questa ''cosa'' (tra virgolette) nei rapporti con la mia vita, fu di risanarla, di espellere dalla mia vita tutto ciò che era negativo e che pretendeva di esistere in sé, fuori, indipendentemente da me stesso, fuori dalla mia mente. Ormai la mia vita, da quando ciò ha zampillato, la vivo ancor più pienamente nella mia umanità. Non vivo in superficie, ma completamente, vi sono impegnato, pur beneficiando di questo distacco magico che è quello del lettore in relazione al libro che sta leggendo. Non è perché sai che stai leggendo un libro, che sai stai leggendo una finzione, che il cuore non si mette a battere quando l'eroe in cui ci si identifica, si innamora perdutamente e riesce a conquistare la beneamata. Ci si casca in pieno, ma si sa che è un romanzo, una finzione.
    G.F.: Fai a volte l'elogio della ''mediocrità'' (tra virgolette), della piccola umanità. Dio, dici, è piccolissimo.
    S.J.: Sì, è importante. C'è una concezione che per me è perversa e che presenta il Risveglio o Realizzazione, Dio o altro, quasi come una specie d’aristocrazia che guarda dall'alto con condiscendenza e disprezzo le cose terrestri senza importanza. Tutta l'importanza è invece nelle cose senza importanza. Effettivamente bisogna stare molto attenti a non schiacciare Dio per disattenzione, perché è piccolissimo. La culla, la dimensione del sacro è la dimensione più umile che esista. Il sacro è sacro, Dio ha la grandezza di Dio...se si usa questo linguaggio, ma non si può incontrare questa cosa smisurata che nelle piccolissime cose. Dunque Dio è raso terra.
    G.F.: Poichè Dio è raso terra, è forse per questo che ti piace tanto far le pulizie in casa?
    S.J.: Sì, è una delle ragioni. Mi piace passar l'aspirapolvere, come sai sono un uomo di casa abbastanza in gamba e le cose umili miserabili e triviali che un filosofo, spiritualista degno di questo nome, guarderebbe con condiscendenza, io non le guardo con condiscendenza. Ti assicuro che quando passo l'aspirapolvere, faccio corpo con me stesso, quando l’adopero.
    G.F.: Cos'è in una parola questo ''risveglio o realizzazione'', di cui la tradizione ci ha tanto parlato?
    S.J.: In 2 o 10 parole significa: nel bel mezzo della chiarezza di questo cosiddetto ''stato di veglia'', è svegliarsi di soprassalto, come se questo stato di veglia non fosse in realtà che sonno o sogno.
    G.F.: Per avvicinarsi, per così dire, a questo risveglio, ci sono forse dei gesti interni da fare? Insisti molto sulla differenza tra coscienza e pensiero.
    S.J.: Sì, ci sono dei comportamenti interni che favoriscono lo sbocciare di questa ''cosa''. Essenzialmente...vediamo, che parola si addice loro? È la coscienza. Si può considerare che questo stato di coscienza abituale che si suole chiamare ''essere svegli'' è una sincope della facoltà di coscienza. Crediamo di essere svegli, quando in realtà questo stato di veglia è paragonabile ad un raggio di luna in confronto al sole di mezzogiorno. Allora questo è ''coscienza''. La natura dei comportamenti che permettono di avvicinarsi a quest’incendio è l'uso costante e testardo della facoltà di coscienza. Allora si arriva alla domanda: - Che cos'è la facoltà di coscienza e come distinguerla dall'invadente facoltà del pensiero?-
    È vero che è una grande domanda. Allora si può dire rapidamente su questo argomento: la proprietà della coscienza pensante è una conoscenza a distanza che comprende molto lontano da sé, all'esterno di se stessa un dato - che per essenza è un ''non-me'' - e questo è un ''non-me'' puro - mentre la conoscenza cosciente non ha distanza, è immediata, percepisce un dato che è all'interno e che è fondamentalmente me s t e s s o.
    G.F.: Se si accetta ciò che hai appena detto, significa che hai un rapporto completamente diverso da tutto ciò che normalmente è la vita umana, per esempio, la tua morte, ti appare in modo diverso?
    S.J.: La mia morte mi appare diversa, mi appare nella sua vera natura, come un pensiero che si sta schiudendo nel fondo di me stesso. Cosa resterebbe della mia morte o di quella degli altri o della morte in generale, se le togliessi questa carne, la materia di cui è fatta, cioè se le togliessi il pensiero. Non ne resterebbe nulla. La morte è u n p e n s i e r o. Ogni oggetto di paura che pretende essere situato fuori dalla mia coscienza, se lo guardo attentamente senza pregiudizi, allora devo ammettere che questo oggetto terrificante per me, è riducibile ad un puro pensiero: cioè è l'estensione del mio principio, è solo un po' del mio vapore, cioè n i e n t e.
    G. F.: La morte non esiste?
    S.J.: La morte non esiste, ma questa deduzione è molto sospetta perché la si potrebbe vedere come base di una dottrina, ora in realtà non c'è né base né dottrina.
    G.F.: Non c'è neppure nessuno per formulare una non-dottrina.
    S.J.: Non c'è nessuno per formulare la non-dottrina, ma in fondo è già fondare una dottrina!
    Suona il pianoforte...
    G.F.: Proviamo a prendere un esempio concreto. Mi sveglio e mi sento vagamente depresso, oppure triste, niente funziona...questo stato mi sembra molto tangibile, solido. In quei momenti, come mi posso servire di ciò che hai detto or ora?
    S.J.: È vero che i nostri stati d'animo, ciò che viviamo o crediamo di vivere internamente, gli stati d'animo soprattutto nefasti, si presentano come se avessero una realtà propria, che può essere opposta alla nostra realtà. Vale a dire sono infelice, o mi annoio, o mi faccio del cattivo sangue, oppure ho lo spirito in ebollizione e m’inchino a questo modo di essere interno, come se fosse un fatto, un fatto oggettivo. In realtà non c'è traccia d’oggettività. Tutto quello con cui scendo a patti è in realtà un po’ della mia stessa sostanza che ho coagulata e che ho messo davanti a me. Se sono un po’ perspicace e attento, potrò scoprire che ciò che ho piantato lì davanti a me, è solo un po’ della mia stessa presenza che fa schiuma e null'altro. E dunque sono solo in me stesso e credendo di negoziare con una cosa così gentile quanto una corazzata nemica o un tiro di mortaio - ed è proprio così che viviamo!- se osserviamo bene, la corazzata ed il tiro di mortaio, se osserviamo bene il NE-MI-CO, vediamo che questo nemico è riducibile solo a noi stessi. Non c'è mai stato un nemico! È un sogno.
    G.F.: Metti dunque in discussione lo stesso stato di ''substrato oggettivo ''?
    S.J.: Metto in discussione nella sua manifestazione più sottile e perversa la realtà oggettiva, la sedicente realtà oggettiva dei nostri stati d'animo, qualunque essi siano!!
    Mi strappo interiormente i capelli, perché ineluttabilmente i miei sforzi per raggiungere me stesso, sono messi in fuga dal pensiero che mi trascina ineluttabilmente a fondo valle. Ciò è nefasto! Non c'è un atomo di verità in questa situazione. Questa situazione interiore è interamente irreale e non possiede che la realtà che io le inietto. Tuttavia è necessario che lo sappia, che le sto iniettando questa realtà. Ecco il trucco! Allo stesso modo, se si prende un avvenimento fasto, piacevole, il che è eccezionale, per esempio...ecco, immaginiamo in uno sforzo di meditazione, comincio a sentire l'avvicinarsi dell'''Avvenimento supremo, del Risveglio Ultimo'', allora credo ad una situazione fasta, come se fosse oggettiva, separata da me, esistente di per sè. Invece non è che un po’ del mio vapore, niente di più ed essa è fondamentalmente irreale.
    G.F.: Dunque al contrario, più lascio passare questi pensieri come nuvole, meno inietto loro della realtà.
    S.J.: Certo. Se li lasci stare invece di afferrarli, li lasci passare, allora in quei momenti rimetti in questione la nostra credenza fondamentale in una realtà oggettiva dei nostri stati d'animo, cioè rimetti un questione la realtà oggettiva della durata interiore. La durata interiore è una durata completamente fittizia, paragonabile a quella di un romanzo, dunque non c'è in realtà una successione, o uno sgranarsi di istanti, c'è solo un'ipotesi di tali cose... è puramente fittizio.
    G.F.: In fondo non è ciò che si dice, nella loro essenza in ogni caso, nella maggior parte delle tradizioni, quando si parla di ''abbandonare'' il lato ritualista...?
    S.J.: Non posso risponderti, perché non conosco queste tradizioni, ma posso immaginarlo. Si può supporre che ogni tradizione ponga delle radici - nonostante le forme un po’ sconcertanti che hanno preso in seguito, qualunque sia la degenerazione che abbiano subìto - e che all'origine di queste tradizioni c'è una stessa scoperta fondamentale, cioè questa: - i nostri stati d'animo, fasti o nefasti che siano, non hanno alcuna realtà propria. In genere questo s’inserisce in una scoperta più vasta, fulminante, che brucia il nulla, il quale è costretto a ritornare nel proprio seno, ad ...annullarsi! È la scoperta più generale che la nostra credenza - che non riusciamo a sradicare - nell'esistenza di una sostanza o substrato oggettivo, separata dal nostro spirito, è infondata. Non c'è né un substrato oggettivo, né una conoscenza oggettiva.
    G.F.: La degenerazione di queste tradizioni non dipende dal fatto che queste tradizioni hanno fatto di queste cose essenziali che ci propongono, proprio un substrato oggettivo?
    S.J.: Certo! Esatto. Il vizio è proprio qui. Questa degenerazione, questo degrado sembra quasi ineluttabile, poiché questi dialoghi così pertinenti, le cose di cui stiamo discutendo così bene, tenderanno ad acquistare una sostanza o realtà propria. E quindi fin da quel momento bisognerà bocciarli senza pietà.
    G.F.: Questo modo di vedere le cose, di situarsi in rapporto alla realtà, non finisce inevitabilmente in una forma d’umorismo nella vita quotidiana?
    S.J.: Certo. Che cosa c'è di più divertente di distruggere degli idoli, di fare un atto sacrilego? Può essere buffo vedere un tipo per strada che legge il giornale andare a sbattere contro un lampione. Già questo è molto buffo, ma vedere Dio, l'Ultima Méta, le strutture ultime del Reale sgonfiarsi come palloncini!!… Ciò solletica veramente il nostro senso dell'umorismo.
    Acqua di un ruscello che scorre...
    Stephen Jourdain:..... l'acqua non dice mai fesserie. La seconda è che chiunque su questa terra si trovi più o meno in buona salute, non può avere altra ambizione nella vita che quella di guardare scorrere l'acqua: l'Ultima Meta, l'Illuminazione, Dio, appaiono a paragone dell'acqua come qualcosa di essenzialmente frivolo e poco interessante.
    ...C'è un'enorme trota lì!…

    SUFI

    C'E' QUALCOSA DI MIRACOLOSO IN QUESTO UOMO! GIRA ATTORNO SE STESSO SENZA PERDERE L'EQUILIBRO.karonte

    https://www.youtube.com/watch?v=F71pyWpBLiI

    isabella di soragna

    LA MENTE-E' LA CAUSA DI TUTTO



    http://www.youtube.com/watch?v=9i4x9EkNnS8

    http://www.youtube.com/watch?v=pg6CnpP-vxA

    http://www.youtube.com/watch?v=P_M4HFnDPUw

    http://www.youtube.com/watch?v=d067_5_ufF8

    http://www.youtube.com/watch?v=FtDr72jTUfI

    http://www.youtube.com/watch?v=xkq8iH68Vj4

    http://www.youtube.com/watch?v=jpTstEzBbXY

    http://www.youtube.com/watch?v=Umnce3wchQo

    http://www.youtube.com/watch?v=z7CMYGJVlmU

    CHI E' ISABELLA DI SORAGNA ?

    Biografia

    di Isabella di Soragna

    Vengo alla luce in Italia durante l’ultima guerra mondiale. La mia vita è stata solo un unico richiamo verso il centro di me stessa: alcune intuizioni infantili, mi avevano avvertita che il mondo in cui ero apparsa non era qualcosa di coerente e stabile come volevano farmi credere. Dopo aver lungamente viaggiato negli anni ’80 dal Bhutan e Sikkim, all’India, dalla Cina alla Patagonia, in cerca di chi potesse chiarirmi dal punto di vista, religioso, scientifico, artistico, il senso della vita, di ritorno in Europa dopo un sogno rivelatore, mi sono fermata ed ho cominciato a chiedermi “Chi, che cosa sono io veramente?” “Che cos’è questo ‘Io’, di che cosa è fatto”?
    In seguito ho cercato le similitudini tra le varie scienze moderne, dalla fisica quantica, alle neuro-scienze, dall’astrologia transpersonale, che ho praticato per decenni, alle mistiche di oriente ed occidente, dallo sciamanesimo di varie culture(non quello della moda new-age), alla medicina cinese, sempre per trovare il nucleo che immancabilmente le riuniva tutte, in un unico centro. L’esterno e l’interno erano solo riflessi l’uno dell’altro ed il tempo era solo una convenzione mentale che faceva parte del vecchio sistema, legato al pensiero lineare. Invece queste forme di conoscenza moderna avanzata, ma anche, paradossalmente, quelle di antiche tradizioni e di mistiche - che arrivavano alle stesse conclusioni con vocabolari diversi - non erano basate né sulla causalità né sulla linearità dello spazio-tempo, ma su un modello olografico, in cui un elemento infimo contiene tutta l’immagine.
    Ecco svanire la notoria separazione fra religione e scienza! La coscienza era un pensiero risultante dall’interferenza di neuroni, un ologramma che osservava se stesso pur nelle forme più varie. La manifestazione nell’apparente spazio-tempo era l’inizio del nostro sogno ad occhi aperti.
    Ho scoperto quindi che è l”Io sono”, o l’autocoscienza, il primo concetto, il pennello che dipinge con i colori dell’arcobaleno ciò che in realtà è luce pura ed indistinta. Un pittore estroso e distratto che crea e cancella le sue opere, per sparire lui stesso nell’implosione della Realtà ultima. Questa essenza inconcepibile, dove ogni oggettivazione o controllo è impossibile, lascia tuttavia un’impronta di leggerezza e di spontaneità nell’azione quotidiana, qualunque sia la situazione. Ogni biografia è quindi la storia di uno pseudonimo che appare e scompare nelle poche ore di veglia. Le parole sono solo frecce lanciate che si perdono nel cielo di Quello che è.
    Ho sentito tuttavia ancora lo slancio di condividere le mie scoperte, il mio viaggio a ritroso - questa calamita che ci attira in noi stessi, non una méta da conquistare !- sotto varie forme di espressione, con chi fosse veramente interessato. Non si tratta tuttavia di leggerlo per “saperlo”, per conservarlo su un polveroso scaffale, ma di sentirlo risuonare in sé e di esprimerlo nel quotidiano.

    Ho scritto racconti, poesie, articoli, saggi in francese ed in italiano, ho tradotto alcuni libri, tutti orientati verso questo comune traguardo che è solo l’origine.

    domenica 2 marzo 2014

    LINK

    http://sebirblu.blogspot.it/2012/10/la-struttura-delluomo-e-i-suoi-corpi.html

    La liberazione dalla nostra mente!

    OTTIMO TRATTATO SULLA MENTE.Karonte
    NuovAurora, 1 agosto 2013


    Cari amici, l'importanza del post di oggi è grande e il mettere in pratica i consigli in esso contenuti potrà sicuramente dare una notevole spinta nel cammino ascensionale di ognuno di noi.


    Esso tratta della mente e della sua nefasta influenza se non dominata e lasciata andare a “briglie sciolte”.


    Ognuno di noi può confermare, in base alla propria esperienza, quanto spesso si possa soffrire a causa di pensieri o idee moleste o come spesso ci si possa addirittura ammalare a causa di pensieri negativi covati da anni.


    Gli insegnamenti sono tratti da due libri di autori di grande levatura spirituale: il primo è "Il Potere di Adesso" di Eckhart Tolle per il quale il tema del mentale è di grande rilevanza; il secondo è "Trasmissioni Stellari" di Ken Carey, il quale negli anni ha canalizzato elevatissimi messaggi da Fonte Superiore.


    Buona lettura, con l'augurio che vi faccio con tutto il cuore: possa veramente giovarvi!


    Un abbraccio d'anima.


    ESSERE E ILLUMINAZIONE






    "La Mente è la grande Distruttrice del Reale,
    distrugga il Discepolo la Distruttrice"
    La voce del silenzio


    C'è una Unica Vita eterna e onnipresente al di là delle innumerevoli forme di vita che sono soggette a nascita e morte. Molte persone usano la parola Dio per descriverla; io spesso la chiamo Essere.


    La parola Essere non spiega niente, ma d'altronde nemmeno la parola Dio. Essere, però, ha il vantaggio di essere un concetto aperto. Non riduce l'invisibile Infinito a un'entità finita. È impossibile formarsene un'immagine mentale. Nessuno può rivendicare un possesso esclusivo dell'Essere.


    È la vostra vera Presenza e vi è immediatamente accessibile in quanto sensazione della vostra propria Presenza. Per questo vi è soltanto un piccolo passo dalla parola Essere all'esperienza dell'Essere.


    L'Essere non è solo oltre, ma anche profondamente dentro ogni forma come la sua più profonda, invisibile e indistruttibile essenza.


    Questo significa che è accessibile a voi, Adesso, come il vostro sé più profondo, come la vostra vera natura. Ma non cercate di afferrarlo con la mente. Non provate a comprenderlo. Potete conoscerlo solo quando la mente è tranquilla.


    Quando siete presenti, quando la vostra attenzione è pienamente e intensamente nell'Adesso, l'Essere può essere sentito, ma non può mai essere compreso mentalmente. Riacquistare la consapevolezza dell'Essere e dimorare in quello stato di “realizzazione intuitiva” è l'illuminazione.


    Il termine illuminazione evoca l'idea di qualche impresa sovrumana e l'ego vuole che resti così, ma è semplicemente il vostro stato naturale di unione con l'Essere quando viene percepito.


    È uno stato di connessione con qualcosa di incommensurabile e di indistruttibile, qualcosa che in modo quasi paradossale è essenzialmente voi, eppure è molto più grande di voi. Significa trovare la vostra vera natura al di là del nome e della forma.


    L'incapacità di percepire questo stato di connessione dà origine all'illusione della separazione, da voi stessi e dal mondo che vi circonda. Allora percepite voi stessi, consciamente o inconsciamente, come un frammento isolato. Nasce così la paura, e il conflitto interiore ed esteriore diventa la norma.


    Il più grande ostacolo a sperimentare la Realtà della vostra connessione è l'identificazione con la vostra mente, che fa si che il pensiero diventi compulsivo.


    Non essere in grado di smettere di pensare è una condizione spaventosa, ma voi non la realizzate perché quasi tutti ne soffrono, cosicché è considerata normale.
    Questo incessante rumore mentale vi impedisce di trovare quel Regno di quiete interiore che è inseparabile dall'Essere. Crea inoltre un falso sé mentale che getta un'ombra di paura e sofferenza.


    L'identificazione con la vostra mente crea uno schermo opaco di concetti, etichette, immagini, parole, giudizi e definizioni che blocca ogni vero rapporto personale. Si intromette fra voi e voi stessi, tra voi e il vostro compagno o compagna, tra voi e la natura, tra voi e Dio.

    È questo schermo di pensiero a creare l'illusione di separatezza, l'illusione che vi sia un “tu” e un “altro” totalmente separato. Allora dimenticate il fatto essenziale che, sotto il livello delle apparenze fisiche e delle forme separate, voi siete in unione con tutto ciò che esiste.


    La mente è uno strumento eccezionale se utilizzata nel modo giusto. Usata nel modo sbagliato, diventa però molto distruttiva. Per essere più precisi, il punto non è tanto che voi utilizzate la mente in modo sbagliato, quanto che non la usate affatto. È la mente che vi usa. Questa è la malattia. Voi credete di essere la vostra mente. Questa è l'illusione. Lo strumento si è impadronito di voi. È quasi come foste posseduti senza saperlo, per cui scambiate per voi stessi l'entità che vi possiede.


    L'inizio della libertà è la realizzazione che voi non siete l'entità che vi possiede, colui che pensa. Saperlo vi consente di osservare tale entità. Nel momento in cui cominciate a osservare colui che pensa, si attiva un più elevato livello di coscienza.


    Allora cominciate a rendervi conto che vi è un vasto regno di intelligenza al di là del pensiero, vi rendete conto, inoltre, che tutte le cose veramente importanti (bellezza, amore, creatività, gioia, pace interiore) sorgono al di là della mente.


    Incominciate a risvegliarvi.






    LA LIBERAZIONE DALLA VOSTRA MENTE


    La buona notizia è che potete davvero liberarvi dalla mente. È questa l'unica vera liberazione. Potete cominciare subito.


    Iniziate ascoltando la voce nella vostra testa quanto più spesso possibile. Prestate particolare attenzione a eventuali schemi di pensiero ripetitivi, quei vecchi dischi di grammofono che vi suonano in testa forse da molti anni.


    È questo che intendo per “osservare colui che pensa”, il che è un altro modo per dire: ascoltate la voce nella vostra testa, siate lì come presenza testimone.


    Quando ascoltate questa voce, ascoltatela in maniera imparziale. Vale a dire, non date giudizi. Non giudicate o condannate ciò che sentite, perché questo vorrebbe dire che la stessa voce è rientrata dalla porta di servizio. Ve ne rendete conto presto: la voce è lì e io sono qui ad ascoltarla, a osservarla.


    Questa realizzazione di Io Sono, questo senso della vostra propria presenza, non è un pensiero. Nasce al di là della mente.


    Così quando ascoltate un pensiero, siate consapevoli non soltanto del pensiero ma anche di voi stessi come testimoni del pensiero. È subentrata una nuova dimensione di consapevolezza.


    Ascoltando il pensiero, si avverte una Presenza consapevole (il vostro sé più profondo) dietro o sotto il pensiero, per così dire. Il pensiero allora perde il suo potere su di voi e rapidamente si placa, perché voi non fornite più energia alla mente attraverso la vostra identificazione con essa.


    Questo è l'inizio della fine del pensiero involontario e compulsivo.


    Quando un pensiero si placa, si ha l'esperienza di una discontinuità nel flusso mentale, un intervallo “senza mente” dapprima gli intervalli saranno brevi, forse alcuni secondi, ma a poco a poco si faranno più lunghi. Quando si verificano questi intervalli, si avverte una certa quiete e pace interiori. Questo è l'inizio del vostro stato di unione con l'Essere, che di solito è oscurato dalla mente.


    Con la pratica, il senso di tranquillità e pace si approfondisce. In effetti non vi è limite alla sua profondità. Si sentirà anche nascere dal profondo una sottile emanazione di gioia: la gioia dell'Essere.


    In questo stato di connessione interiore, siete molto più vigili, più svegli rispetto allo stato di identificazione con la mente. Siete totalmente presenti. Inoltre, questo stato innalza la frequenza di vibrazioni del corpo energetico che dà vita al corpo fisico.


    Addentrandosi più in profondità in questo “regno senza mente”, come viene talvolta chiamato in Oriente si giunge allo stato di consapevolezza pura. In questo stato, avvertite la vostra propria Presenza con tale intensità e con tale gioia che tutti i pensieri, tutte le emozioni, il corpo fisico e l'intero mondo esterno diventano al suo confronto relativamente insignificanti.


    Eppure questo stato non è egoistico bensì altruistico. Vi porta al di là di quello che in precedenza avevate considerato il “vostro sé”. Questa Presenza è essenzialmente "Voi" e allo stesso tempo inconcepibilmente maggiore di voi.


    Invece di “osservare colui che pensa”, potete anche creare un intervallo nel flusso mentale semplicemente rivolgendo il centro dell'attenzione all'Adesso. Basta infatti che diventiate intensamente consapevoli del momento presente.


    È una cosa che dà profonda soddisfazione. In questo modo allontanate la consapevolezza dall'attività mentale e create un intervallo senza mente in cui siete altamente vigili e consapevoli ma non state pensando. Questo è l'essenza della meditazione.


    Nella vita quotidiana potete fare pratica di questo metodo prendendo ogni attività di routine che normalmente e solo un mezzo per raggiungere un fine e dedicarvi la massima attenzione, in modo che diventi un fine in sé. Per esempio, ogni volta che salite o scendete le scale a casa o sul lavoro, cercate di prestare grande attenzione ad ogni passo, ad ogni movimento, anche alla respirazione, siate totalmente presenti.


    Oppure quando vi lavate le mani prestate attenzione a tutte le percezioni sensoriali legate a tale attività: il suono e le sensazioni tattili dell'acqua, il movimento delle mani, il profumo del sapone e cosi via. O, ancora, quando salite in automobile, dopo aver chiuso la portiera, soffermatevi per qualche secondo a osservare il flusso del respiro. Diventate consapevoli di un silenzioso e potente senso di Presenza.


    Vi è un certo criterio con cui potete misurare il vostro successo in questa pratica: il livello di pace che avvertite interiormente.






    A conferma di tale insegnamento sull'importanza del momento presente, un estratto dal libro "Trasmissioni stellari" di Ken Carey. Il livello spirituale dei messaggi da lui ricevuti è molto elevato (per averne un' idea si veda QUI e QUI).


    “Voi siete lo Spirito stesso della Vita che danza nel corpo umano, dilettandosi della splendida opportunità dell'incarnazione, che esplora i regni della materia, e benedice la Terra e tutto quello che c'è su di essa.


    Il processo psicologico che fa scattare questa consapevolezza ha luogo nell'attimo presente. Dovete essere lì, pienamente presenti, per farne l'esperienza. Non è difficile.


    Semplicemente siate consapevoli di qualunque cosa stiate facendo. Se state spalmando il pane, non pensate alla vostra sete. Se state ascoltando un amico non pensate a quello che direte dopo. Se state mangiando qualcosa, non pensate a quello che farete quando il pasto sarà finito, ma mostrate il vostro apprezzamento verso la Terra, tramite la più completa attenzione.


    In qualunque attività siate coinvolti siate totalmente lì con tutta la vostra consapevolezza. Questo vi attirerà nella Presenza di Dio, e vi mostrerà velocemente quali aree della vostra vita hanno maggiormente bisogno di rettifica.


    La questione non è quanta Presenza di Dio potete far entrare nella vostra vita, ma quanto della vostra vita potete far entrare dentro il presente. La Presenza di Dio è ovunque. Dovete soltanto abbracciarla coscientemente con la vostra attenzione.


    Quando la vostra attenzione si trova nell'attimo presente, siete alla Presenza di Dio, e Dio è presente in voi.”


    Pertanto, il passo più importante nel viaggio verso l'illuminazione è questo: imparate a non identificarvi con la vostra mente. Ogni volta che create un intervallo nel flusso mentale, la Luce della vostra Consapevolezza si intensifica.


    Un giorno potrete scoprirvi a sorridere della voce nella vostra testa, come sorridereste delle capriole di un bambino. Ciò significa che non prenderete più tanto sul serio il contenuto della mente, perché il vostro senso del sé non dipenderà più da quest'ultima.




    Oltreil2012-nuovaurora.blogspot.it

    sabato 1 marzo 2014

    ALBERTO COGLIANI

    http://spaziotesla.myblog.it/wp-content/uploads/sites/311991/2014/01/IL_VIAGGIO_DELLA_COSCIENZA_UNIVERSALE.pdf



                                                                      
    http://m.c.lnkd.licdn.com/mpr/pub/image-F1XtkI4Zld6aTDY77Lo-VD_oDPAdm51lwMyzo6eZD4TUdV8wF1Xzo5AZD_Xbmy_VlNwZ/emilio-alberto-cogliani-pmp%C2%AE.jpg

    ESERCIZI di meditazione

    Vedi, questo audio è stato elaborato nei primi anni '70 da Jose Silva in persona,
    ed è il frutto di un accurato lavoro di ricerche che ha richiesto investimenti
    pari a circa 2 milioni di dollari
    .

    Non solo, nel corso degli ultimi 40 anni è stato perfezionato grazie al lavoro attento
    dei più grandi studiosi della mente umana. In altre parole, in questo audio,
    assolutamente nulla è lasciato al caso, ogni singola parola e ogni singolo suono
    hanno un significato ben preciso che nasconde dietro di sé anni ed anni di ricerche
    e sperimentazioni. 
    Il mio timore è che potresti sottovalutare questa grande occasione semplicemente
    perché ti viene offerta in maniera G-R-A-T-U-I-T-A. 
    C'è infatti una strana tendenza che accomuna la maggior parte degli uomini di attribuire
    immenso valore a ciò che si riceve in cambio di denaro e non considerare di alcun valore
    qualcosa che viene donato in maniera gratuita. 
    Fidati di me se ti dico che questo dono, non è un dono qualsiasi, e non ti conviene
    sottovalutare questa grande occasione. 
    Se non l'hai ancora fatto, non perdere altro tempo, prenditi una mezz'ora
    e ascolta subito l'Esercizio di Centratura Silva. 
    Personalmente ho avuto immensi benefici dalla pratica di questo esercizio. 
    La mia mente ora è molto più lucida e acuta nel risolvere problemi e affrontare situazioni. 
    Inoltre, cosa molto importante, mi ha aiutato a raggiungere uno stato di rilassamento profondo
    e la mia consapevolezza è maturata tantissimo. Ho anche utilizzato questo esercizio
    per alleviare un forte dolore alla schiena causato da una brutta caduta, e ha funzionato!
    Ti posso assicurare che si tratta di una meditazione guidata molto potente;
    ho ascoltato per la prima volta questa meditazione diversi anni fa, e ho ottenuto talmente
    tanti benefici, che da allora non ho più smesso di utilizzarla, e ancora oggi la utilizzo con regolarità. 
    Per capire di cosa sto parlando, non devi fare altro che ascoltare la traccia audio e capirai
    da solo il suo immenso valore. 
    Ciò che devi fare è trovare un posto tranquillo dove sei certo di non essere disturbato
    per almeno una mezz'ora, assumere una posizione comoda e goderti l'audio che potrebbe
    realmente trasformare per sempre la tua vita. 

    Cecilia Sardeo
    Fondatrice Omnama

    venerdì 21 febbraio 2014

    CAMBIAMENTO DELLA POLARITA' DEL SOLE -

     
    )*(Stazione Celeste) 
     
    Lightworker
    Il Gruppo attraverso Steve Rother


    Un Tempo di Quiete
    Promemoria da Casa del 15 Gennaio 2014
     
    - CAMBIAMENTO DELLA POLARITà DEL SOLE -
    Saluti, carissimi.
    Un cambiamento nella polarità del sole

    Io sono eM e sono qui perché voi avete cambiato questo pianeta. Ne avete già spostato ogni singola parte ed ora state iniziando ad acclimatarvi  in un mondo nuovo. Non è una cosa facile da fare ed è per questo che vogliamo parlarvi di ciò che è imminente, perché questa è la parte bella di quello in cui vi trovate in questo momento. Il Custode [ndt Steve] ha parlato di questo cambiamento di polarità del sole, ma il sole non è l'unica cosa che cambia la polarità. Anche il pianeta Terra l’ha già cambiata più volte. Perché mai qualcosa dovrebbe cambiare la polarità? Bene, c'è una ragione semplice, carissimi, perché tutto questo è una questione di equilibrio
    .
    Il campo di polarità o dualità, in cui avete lavorato in questa vostra terza dimensione, ha separato ogni cosa e quello con cui avete avuto a che fare sono le vostre percezioni. Voi create  nel momento in cui aprite gli occhi. Ora ci sono ancora più possibilità che si verificano in modi del tutto nuovi, e questo è ciò che vogliamo condividere con voi oggi, perché ha avuto inizio.  Vedete, il primo anno di questa transizione riguardava l’acclimatazione;  riguardava l’imparare a comprendere il nuovo potere. Adesso avete persino il lavoro del cosmo dietro di voi. Questo cambiamento di polarità del sole sta emettendo un enorme campo magnetico. No, non è forte,  è enorme. Ricopre il cosmo con quello che voi chiamate un debole  –  e  noi lo chiamiamo  sottile - campo energetico che permea ogni cosa. Bene, è così che controlliamo ogni cosa. In realtà utilizziamo il plurale noi perché anche voi ne siete una parte. Noi controlliamo l'universo attraverso questi sottili campi magnetici. E’ ciò che avete usato quando avete fatto la vostra guarigione a distanza, quando  inviate pensieri positivi o preghiere alle persone. Avete inviato quelle onde magnetiche in modo che altri potessero entrarci dentro e sperimentare l'energia.

    Marzo 2014

    Mentre il sole inizia a cambiare, il movimento di polarità della placca stessa rallenta; le parti che sono state in movimento si stanno avvicinando. Questo dà origine a nuove rugosità perché presto una parte andrà avanti, poi ricadrà all’indietro, andrà nuovamente avanti, ed infine, troverà il suo nuovo equilibrio nella direzione opposta. Invece di girare in un senso, girerà nell'altro e questo cambiamento è un'opportunità per tutti voi nei prossimi quattro mesi. In altre parole, sta iniziando proprio adesso. Le vostre scienze non credono che inizierà per altre tre o quattro settimane e noi vi diciamo che è già iniziato. Lo sentirete nel vostro corpo emotivamente, ma non si acclimaterà definitivamente fino alla fine di marzo. Marzo 2014 sarà un periodo di acclimatazione per questa nuova energia, e mentre succede questo, imparerete a vivere in un  mondo nuovo. Sì, sembrerà strano proprio come lo è stato passare da un mondo passato a questo mondo nuovo. Ma questa volta  sentirete più sicurezza, sentirete la fiducia nel vostro cuore e questa è la bellezza di ciò che sta succedendo.

    La riunione della Luce sul Pianeta Terra

    C'è molto di più. Il Custode ha parlato di vivere in un tempo di non più segreti. Questa è assolutamente la bellezza di tutto questo, perché quando tutti voi vi spogliate delle illusioni di chi fingete di essere, arrivate  allo spirito dentro di voi ed imparate a conoscervi l’un l'altro su una base completamente diversa. Questa è la riunione della luce sul pianeta Terra che sta avendo luogo adesso ed è così bello da vedere. Questi prossimi dodici mesi che iniziano proprio ora vi offrono la capacità di radicare una nuova luce sulla Terra dentro il vostro essere. Stato portando più luce ed avete anche la capacità di camminare in un corpo nuovo. Questo nuovo corpo non porterà tutto il tessuto cicatriziale emotivo con cui siete stati appesantiti, e vi permetterà di cambiare la vostra energia per vostra decisione. L’avete provato ed avete lavorato con questi in nuove aree, ma stanno arrivando. Ora che cosa vi occorre  per fare questo, per capire che ogni emozione che avete è vera? Oh, questo confonde molti di voi, perché cercate di pensare alle vostre emozioni e giudicate quelle che desiderate avere, e quali sono negative o positive. Noi non consideriamo nessuna di queste emozioni cattiva o giusta o sbagliata. Esse sono semplicemente il riflesso di chi siete e di ciò che state sperimentando  in quel momento.

    Un tempo di quiete … il punto Zero
    Mentre avviene lo spostamento e l'energia sottilmente si muove da una zona di circolazione ad un altra, sentirete una fiducia che vi mancava. Questo vi darà la possibilità di muovervi, ma dovete essere pronti a farlo, ed è per questo che vi stiamo dando questo messaggio proprio adesso. E’ il tempo di quiete, in preparazione del tempo del movimento, che si trova proprio davanti a voi. Avete un’ opportunità davvero insolita davanti a voi, perché quando questo cambia direzione, si muove e lascia andare la sua trazione magnetica dal sole per un breve periodo quando arriva al punto zero. Quando arriva al punto zero, cosa che succederà molto rapidamente,  è un magico periodo  di equilibrio sul pianeta Terra. La parte più grande riguardo all’equilibrio è l'energia maschile/femminile con cui avete lavorato per moltissimo tempo per portarle in equilibrio. Ora si  stanno mostrando ed avete la possibilità di equilibrare voi stessi, la vostra energia e l'ambiente circostante. State in pratica creando un mondo completamente nuovo ed avete la possibilità di riconoscerlo e scegliere il mondo intorno a voi. Sì, questo comporterà acquisire fiducia perché questo è il magnetismo che tira ogni cosa dal cosmo verso di voi. Proprio come se foste a Casa, se steste pensando ad una torta al cioccolato, una torta al cioccolato apparirebbe davanti a voi. Bene, avete tali capacità qui adesso. Ma non lo farete con la torta al cioccolato, lo farete gli uni con gli altri.

    Ora siete pronti a creare la vostra realtà

    Ci sono nuove connessioni e famiglie che devono essere create, nuove energie che devono essere portate sulla Terra, e questo è il motivo per cui gran parte dello spostamento dello scorso anno doveva aver luogo come ha fatto. Ora siete sistemati. Molti di voi stanno dicendo: "Che cosa vuol dire che sono sistemato? Non ho alcuna connessione. Ho perso tutto." Bene, fidatevi di noi. Adesso siete sistemati, perché siete in una posizione per cui potete entrare nella vostra realtà e crearla. Così, chiediamo a tutti voi di guardare a voi stessi  non come vi guardano gli altri, ma nel modo in cui vi sentite dentro. Date un'occhiata al vostro equilibrio del maschile e del femminile. Alcuni di voi ritenevano che uno fosse meglio dell’altro, tuttavia non è così, perché stanno entrambi diventando inutili per conto proprio. Ci deve essere equilibrio tra i due per poter andare avanti; ogni cosa fuori equilibrio adesso si mostrerà  in modo nuovo, intromettendosi nel vostro mondo in un modo molto invadente. Avete questa capacità, queste nuove idee e la motivazione per rendere la vostra vita vostra. Tuttavia, si deve sentire la vostra voce per questo, carissimi. Voi siete gli unici che possono creare la propria realtà. Se equilibrate il vostro maschile e femminile, attirate abbastanza potere maschile e creatività femminile, accettando la bellezza di entrambi, allora potete entrare in questo nuovo mondo dolcemente.
    L’energia del Punto Zero
    Mentre avviene la rotazione, non appena questa gira nell’altro senso voi avete delle opportunità. La maggior parte di voi penserà: "Qualcosa non sembra perfettamente a posto oggi. Non so che cosa sia, ma non mi sento affatto radicato come prima, così forse c’è qualcosa che non va. Forse sto facendo qualcosa di sbagliato." Vi diciamo che cos’è questo rilascio; questa è l'energia del punto zero, che tutti voi potete sperimentare nei prossimi mesi. Quando questo inizia ad acclimatarsi per voi e dopo che si è completamente assestato, quello è un momento per agire, perché non c'è momento migliore per spostarsi in qualsiasi direzione della vostra passione, ma che cosa significa questo? Significa che è tempo per voi di uscire e fare finalmente tutte quelle cose che pensavate di dover fare? Molti di voi hanno effettivamente elenchi di cose che pensano di dover portare a termine in questa vita. Carissimi, vi diciamo che non si tratta mai delle vostre realizzazioni; si tratta della direzione in cui scegliete di muovervi. Se scegliete di muovervi nella direzione del vostro cuore, allora è facile per noi mettere magneticamente ogni cosa nel percorso che avete scelto. Tuttavia se dubitate di voi stessi e dite: " Aspetterò fino a quando mi sentirò fiducioso ad andare avanti. Non sono del tutto sicuro." Allora  vi passerà accanto, perché quella  è la vostra scelta. C’è una opportunità davvero unica per radicare il proprio equilibrio nella nuova luce e nell'energia della Nuova Terra, dove il femminile ed maschile sono entrambi onorati ed apprezzati allo stesso modo.

    L'esperimento Satana

    Avete vissuto per moltissimo tempo in un campo di polarità o dualità, come lo definite voi. Bene, questo è ormai superato perché adesso c’è il campo di trialità. La maggior parte di voi non sa bene come funziona, così cercate semplicemente di usare gli stessi attributi e meccanismi di controllo che avete usato in un campo di dualità. Siete alquanto frustrati, perché anche se sembrano funzionare in alcune occasioni non lo fanno sempre. Così permetteteci di parlarne un po’.  Quando nel campo della dualità tutto ciò che vedevate aveva il suo contrario, che è il motivo per cui gli umani hanno creato l'illusione dell'inferno, non potevate capire il cielo senza immaginare in qualche modo il suo contrario e, naturalmente, questo è stato usato in tutti i modi possibili. Non immaginavamo che l’avreste usato in quel modo, carissimi … Oh , si avete familiarità con il termine, Come sotto, così sopra. E’ così che in realtà è. Molte volte vi emuliamo sul pianeta Terra ed è quello che abbiamo fatto con l'esperimento Satana. Abbiamo fatto finta di avere la dualità in cielo, dove non c’era, così abbiamo fatto l’ esperimento Satana ed ha funzionato molto bene. Ma vi diciamo , egli è a Casa adesso. Lucifero è uno degli angeli più grandi di tutti i tempi ed ha aiutato tutti ad ambientarsi in quella dualità, perché di questo c’era bisogno. Non avete più bisogno di quel flusso avanti e indietro;  non avete più bisogno di fare tre passi avanti  e a volte due passi indietro. Adesso potete fare passi decisi ed andare avanti nella vostra realtà verso una nuova vita. Tutto ciò che occorre è  fare quel primo passo in avanti.
    Tutte le vostre emozioni sono perfette

    Molti di voi hanno trovato difficoltà sul proprio cammino, o si sono chiesti se sono ancora sulla strada giusta o hanno interpretato i segni dallo Spirito in modo errato e stanno facendo qualcosa di sbagliato. L'intero concetto di giusto e sbagliato, carissimi, aveva a che fare con la dualità. Vi diciamo adesso, che si tratta soltanto di un piccolo aggiustamento. Anche se a molti di voi non è stato dato il successo che desideravano nell’ambito che avevano sperato, adesso tutto questo  può cambiare. Per favore non usate le stesse regole che usavate nel vecchio mondo. Invece, partite direttamente dal cuore ed allineate ogni cosa da lì.  Sappiate che tutte le vostre emozioni in ogni momento sono perfette e non avete mai bisogno di nasconderle, che è la parte difficile della Terra. Non molto tempo fa il Custode era seduto qui a guardare la persona di nome Meg e gli scendevano le lacrime dagli occhi. Ha cercato di nasconderle per un po’, ma senza riuscirci.  Questo è l'equilibrio dell'energia che fluisce attraverso di voi. Non che tutti abbiano bisogno di piangere, ma quando passate la vita ad impedire  a voi stessi di farlo a volte c'è qualche recupero da fare. Il cablaggio deve assestarsi ma questo è l’equilibrio, perché se egli  si fosse preoccupato di quello che tutti avrebbero pensato di lui, che non era un uomo virile come gli era stato detto di essere quando era giovane, allora questo avrebbe completamente spazzato via i progressi fatti in quel breve lasso di  tempo. Questo è ciò che normalmente accade sulla Terra. Fate un passo avanti, vi girate a guardare l'umanità che vi osserva e poi fate nuovamente un passo indietro. Ora è il momento di acquisire una nuova visione, un nuovo equilibrio della propria energia sessuale e rivendicare un ruolo diverso sulla Terra  perché siete insegnanti e guaritori di prima grandezza. Alcuni di voi se lo ricordano, alcuni di voi lavorano in quegli ambiti per attivare questo, ed altri cercano semplicemente di ricordare.
    Il vostro colore fa parte di un grande arcobaleno
    Carissimi, non giudicate mai voi stessi, perché quando lo fate state semplicemente schiaffeggiando dio. Vi è stato affidato l’incarico di portare qualcosa di enorme sulla Terra in un periodo molto critico dell'evoluzione, ed ora siete qui a cercare di capire se questo è davvero il tempo. "Ho saputo qualcosa, ma forse stavo solo facendo il  grandioso. Forse stavo solo vedendo me stesso fare la differenza sulla Terra. Forse stavo immaginando me stesso sul palco, a parlare alla gente." Forse no. Forse quelle visioni sono state piantate profondamente nel campo della vostra memoria in modo che  poteste ricordare chi siete e che cosa siete venuti a fare. Ora più che mai, carissimi, è il momento e lo vedrete succedere. Alcuni di voi si ritireranno quando sentono l’energia per la prima volta perché è evasiva. Prima, sembra come un soffio di aria calda in faccia, ma nel momento in cui iniziate a dire: "E’ OK. Sapevamo che stava arrivando così ci proteggeremo e cercheremo di capire ciò che dobbiamo fare per acclimatarci alla nuova energia", allora smetterete di vedere il cambiamento come negativo, che è la sfida più grande sulla Terra a causa della dualità e polarità con cui tutti voi avete lavorato per così tanto tempo. Voi vedete tutto come giusto o sbagliato, sopra o sotto, buono o cattivo, e nero o bianco.
    E’ tempo di portare i bei grigi nel mondo. In realtà non c'è mai stato il  bianco o il nero, perché tutto questo è una fusione di energie. Amavate avere la purezza della separazione e l'unicità di chi siete, così vi alzate e portate il vostro colore al mondo. Ebbene, miei cari, voi siete parte di un grande arcobaleno. Avete sempre creduto di essere separati ed ora state raggiungendo quel livello di esistenza sulla Terra dove  iniziate a vedere le vostre connessioni. Sì, ci sono molti di voi che hanno preso l'iniziativa di entrare in quello che chiamate il vostro lavoro di Luce per far succedere qualcosa in allineamento con il vostro cuore. E' molto bello, ma difficile a volte perché non sempre vi porta  proprio a quei risultati ai quali pensate di  aver mirato. Perché è così? Perché, carissimi, a volte non è del tutto in allineamento con l'immagine più grande ed è questo che tutti voi state imparando a fare. State imparando ad entrare con leggerezza  e a muovervi con il flusso. Non è che dovete  modificare la vostra destinazione, ma ora c’è la possibilità di avere un nuova scorciatoia  sul vostro cammino.
    Vi diciamo che ci sono ancora molti cambiamenti  in arrivo sulla Terra. Alcuni possono considerarli negativi, perché a volte prima è necessario fare un passo indietro per andare avanti. Lo noterete soprattutto nell’ambito dei segreti, perché non ci saranno più segreti. State iniziando a vederlo  nelle vostre televisioni ogni giorno ed è una cosa meravigliosa. Vi stancherete di essere ammaliati da tutte le bugie che vi sono state raccontate. Sarete disgustati di aver a che fare con tutta la corruzione e le cospirazioni. Semplicemente vi sposterete nel cuore e metterete in moto qualcosa. Questo significa che se viene bloccato voi non avete successo? No, carissimi. Significa muoversi in direzione del vostro cuore. Nel momento in cui gli assegnate una destinazione, vi portate fuori del momento di adesso di cui il Custode del Tempo  ha parlato così chiaramente. E’ l'unico momento in cui è possibile vivere ed avere un'esperienza spirituale. Tuttavia molti di voi vivono nel passato o nel futuro; investite voi stessi in modi diversi. Ora viene attirato in questo momento dove potete radicarvi in una luce completamente nuova, e questo è impegnativo. Imparerete nuove parole: "Io sono un essere equilibrato. Non ho sessualità." Ci sono molti pianeti polarizzati simili alla Terra in tutto quello che  chiamate universo, o dovremmo dire multiverso? L'universo era solito indicare tutto ciò che è, ma ora significa semplicemente una sezione di tutto ciò che è. Amiamo il modo in cui cambiate questo. Abbiamo parlato in precedenza dei nuovi pianeti che saranno trovati nel vostro sistema solare, e ne avete già trovati tre ed altri  sono in arrivo. E ' di grande importanza per voi? No, carissimi, è semplicemente bello perché non avete più bisogno di essere tenuti all'oscuro di nulla.
    Le vostre perfette imperfezioni

    Ci sono sicuramente molti aggiustamenti perché ci sono stati degli dèi che andavano in giro con gli occhi bendati e non erano in grado di vedere che erano dèi. Anche se hanno le parole scritte in modo molto chiaro sul petto, voi dovevate vederlo attraverso i cuori e gli occhi di tutti gli altri. Adesso anche quel riflesso si muove leggermente così sarete in grado di vedere più di voi stessi. E' difficile perché quando vedrete tutta quella bellezza dentro di voi, naturalmente ne dubiterete. Se guardaste allo specchio e vedeste una bellezza incredibile ritornare a voi, voi necessariamente trovereste la perfetta imperfezione. Trovereste ciò che era sbagliato, che è naturalmente quello che fate in un campo di polarità. Voi portate questo nel vostro mondo, amando le imperfezioni. Carissimi, si tratta di voi. Non sarete amati per le vostre perfezioni, perché siete amati per le vostre imperfezioni poiché questo è ciò che avete avuto il coraggio di portare sulla Terra. Ora trovate quello che potete farne  perché questo è il mistero di tutto ciò che avete tenuto e nascosto alle altre persone. Credevate che coloro che vi guardavano in qualche modo definissero chi eravate, ma tutto questo sta cambiando. Siete pronti a fare  il prossimo passo?

    La velocità dell’Amore

    Sta succedendo adesso, così date il benvenuto a questi tempi ed ai prossimi mesi sacri che sono davanti a voi. Create la magia  e muovetevi in direzione della vostra passione, ma non attaccatevi al risultato perché questo lo porta fuori dal momento di adesso. Dite semplicemente: "Oggi  mi sono avvicinato un po’ di più a sentire nel mio cuore ciò che ho sperimentato nella mia vita quotidiana." Ora siete sulla strada giusta per essere gli esseri creatori che creano  un  mondo totalmente nuovo in ogni momento di ogni giorno con un'energia equilibrata. Ecco una parte molto interessante, carissimi, perché vi diciamo che c'è un’energia sessuale equilibrata su questo pianeta. Il maschile è stata l'energia più potente, mentre la calma creativa del femminile è sempre stata in qualche modo nascosta. Questo deve cambiare molto rapidamente se tutta la Terra deve risvegliarsi, perché non ci può più essere predominio in quel modo. Ora questo significa molti cambiamenti nella vita di ognuno. Il modo in cui avete visto le vibrazioni collettive, ad esempio attraverso i vostri governi, sta cambiando. La magia si sta manifestando sul pianeta Terra, così quale parte rivendicate per voi? Adesso potete. Abbiate il coraggio di farvi avanti e sappiate che siete stati inviati sulla Terra con un messaggio importantissimo – un messaggio necessario. Forse state offrendo qui il vostro messaggio e tutti dicono che non possono vederlo, ma questo non significa che dovete interrompere la condivisione. Forse provate un modo diverso per portarlo fuori , ma è comunque il messaggio del vostro cuore anche se non è a posto al momento giusto. Cadrete in un campo di creazione di default invece di creazione consapevole, che è dove avete vissuto, carissimi. Non giudicate voi stessi, perché avete fatto molto bene. Vi state muovendo alla velocità dell’amore che è leggermente più alta della velocità della luce.
    Nemmeno Einstein lo sapeva.

    Siete Esseri Creatori

    Siete entrati in una bella energia ed ecco la parte incredibile di cui non siete stati pienamente consapevoli. Quando siete a Casa e pensate ad una torta al cioccolato, una torta al cioccolato compare proprio davanti a voi, tagliata a fette e pronta per essere mangiata proprio come vi aspettavate. Quando pensate ad una torta al cioccolato, anche qui sulla Terra, vi arriva  ma deve semplicemente passare attraverso l’intervallo di tempo. Ora quella torta deve trovarvi in un modo leggermente diverso, perché vorremmo che iniziaste ad usare sulla Terra gli attributi della creazione da Casa. La  linea temporale è drasticamente diminuita, tuttavia molte persone non lo sanno perché non hanno spinto i confini consapevolmente. C'è un nuovo modo per creare energia molto rapidamente, radicando la luce, il che significa che anziché lavorare con ogni cosa, la portate dentro e la mettete in moto. Finora questo è stato insegnato ad un numero limitato di persone,  ma adesso è parte di ognuno dei vostri esseri e della collettività. Potete portare dentro le cose molto rapidamente, ma non vi ci vogliono anni per cambiare. Molti di voi adesso si apriranno ad una nuova espressione della propria luce, una libertà di espressione. Lo troverete così liberatorio quando il vostro pianeta non solo porterà in equilibrio il maschile ed il femminile, ma riconoscerà  anche  quell'equilibrio. Proprio adesso non avete nemmeno le parole nella vostra lingua per un essere equilibrato, così lo definite fuori equilibrio nell’aspetto maschile o fuori equilibrio nell’aspetto femminile. E per un essere equilibrato come me? Bella domanda. Tutti questi cambiamenti sono direttamente davanti a voi ora e siamo ansiosi di vedere quali scelte farete. Voi siete gli esseri creatori che si sono tolti il velo sul pianeta Terra. Bentornati a Casa, carissimi.

    E’ con il più grande onore che vi chiediamo di trattarvi con rispetto reciproco.
    Arricchitevi l’un l’altro ad ogni occasione. Giocate bene insieme. Io sono eM.
    Il Gruppo
     
     
     
     
    Il Libro con i messaggi del Gruppo
    edito da Edizioni Stazione Celeste


    * * * * * * *
     
    Queste informazioni possono essere liberamente divulgate per intero o in parte, a condizione che non ci sia alcun addebito per esse e che questo avviso sia allegato alle stesse. Questo materiale può essere utilizzato, a condizione che tutti i diritti, compresi i diritti per il materiale tradotto, rimangano all'originale possessore dei diritti d'autore.  Ulteriori informazioni dal Gruppo possono essere trovate su www.Lightworker.com  al numero telefonico (702) 871 3317. Grazie per il vostro aiuto nel diffondere la Luce!
    Traduzione a cura di Magda Cermelli per www.lightworker.it
    Originale in inglese: